UNA STORIA DI CULTURA, ARTE, TRADIZIONE

Artigianato

Artigianato

Artigianato

Artigianato

Le provincie di Como e Lecco sono tra le più antiche aree di industrializzazione d’Italia e hanno una storia molto importante soprattutto nella lavorazione tessile ed in quella del legno. Sin dai tempi antichi Como era famosa per la lavorazione dei panni di lana che, nel Trecento, venivano addirittura spediti non solo a Venezia e Genova, ma anche nei mercati d’oltralpe.
Ancora oggi la lavorazione tessile è maggiormente diffusa nell’area limitrofa a Como, per esempio Bellagio, dove è possibile trovare stamperie, tintorie, laboratori dove si confezionano cravatte, foulard in seta, capi d’abbigliamento e altri dove si tessono i tessuti anche per arredamento.
Per la lavorazione del legno la città di Cantù è quella che principalmente eccede nella lavorazione. Vengono prodotti mobili di ogni fattura, realizzati con legni più o meno pregiati, in grado di soddisfare ogni esigenza, visibili nelle aree espositive di Cantù o visitando direttamente le botteghe degli artigiani.
In alcuni centri della Brianza operano abili artigiani che lavorano il giugno e i vimini, le donne amano l’arte di tessere i merletti.
Nella zona del lecchese si sono svolte attività legate alla tessitura e alla lavorazione del ferro. Mentre la prima è molto simile a quella della sponda comasca, la seconda, cioè la lavorazione del ferro, è tipica dell’alta Brianza, della Valsassina, in particolar modo di Premana, dove si fabbricano forbici, coltelli e arnesi da taglio in genere. In Valsassina e in Val Cavargna si lavora il rame e sopravvivono buoni artigiani stagnini. In molte località sono allestiti musei etnografici che mostrano gli arnesi di lavoro oggi scomparsi o inutilizzati.
L’ artigianato racconta di uomini e donne che segnano il gusto, il modo di vestire, abitare e vivere la casa con un pensiero creativo.


Condividi su

Artigianato ultima modifica: 2018-04-12T15:17:47+00:00 da Admin