Sabato 26 giugno torna il Grignetta Vertical

Appuntamento sabato 26 giugno con il Grignetta Vertical, gara di corsa in montagna che, dopo la sosta obbligata dell’anno scorso, torna nel calendario agonistico in occasione della sua settima edizione. In cabina di regia, come di consueto, il G.S.O. Cometa del presidente Ruggero Forni, pronto insieme al suo staff a regalare un sabato pomeriggio all’insegna dello sport, del divertimento e dell’amore per le montagne del nostro territorio.

La gara, sulla distanza di 3,5 chilometri, prevede partenza alle ore 14 dai Piani Resinelli, a quota 1278 metri di altezza, e arrivo al Bivacco Ferrario in vetta alla Grigna Meridionale, sempre maestosa e affascinante con i suoi 2184 metri. Il tutto percorrendo la cresta Cermenati. L’evento è inserito nel calendario della Federazione Italiana Skyrunnig (FISKY) e valevole quale prova di Coppa Italia Fisky. Fondamentale, per la buona riuscita dell’evento, la collaborazione con i diversi enti locali, con il supporto del Soccorso Alpino Italiano di Lecco – sottosezione Ballabio, il patrocinio della Regione Lombardia, Provincia di Lecco, Comuni di Abbadia Lariana, Ballabio, Mandello Lario e Lecco e dell’Associazione per lo sviluppo Turistico dei Piani Resinelli.

Le iscrizioni online si chiuderanno al raggiungimento del tetto massimo di 300 partecipanti fissato dagli organizzatori, oppure due giorni prima della gara, ovvero giovedì 24 giugno alle ore 12, e sono attive sul portale internet www.mysdam.it. Se ci saranno ancora posti disponibili, gli ultimi ritardatari potranno assicurarsi un posto alla partenza direttamente sabato 26 giugno entro le ore 12, nella segreteria allestita ai Piani Resinelli adiacente alla postazione del ritiro pettorali.

Altre info utili. La gara è aperta a tutti gli atleti che il giorno della gara abbiano compiuto i 18 anni di età, o almeno 16 con consenso espresso da parte chi esercita la patria potestà, in possesso di certificazione medica di idoneità sportiva agonistica in corso di validità per attività a elevato impegno cardiovascolare e valido alla data della gara, che dovrà essere presentato al momento della consegna del numero di pettorale. Obbligatorio l’equipaggiamento con giacca a vento, vietato invece l’uso dei bastoncini. Infine, ogni concorrente, avrà a disposizione un tempo massimo di un’ora e mezza per raggiungere il traguardo.

Claudio Zubani

Condividi su