Antonia Pozzi

Antonia Pozzi (1912-1938)

Dall’incanto della Valsassina furono attratti diversi scrittori da Alessandro Manzoni a Salvatore Quasimodo e molti altri.

Tra i tanti spicca una figura femminile. Antonia Pozzi nasce il 13 febbraio 1912.

La piccola cresce in un ambiente colto, raffinato e comincia a scrivere poesie fin da adolescente. Ciò che la lega alla Valsassina è l’amore per la montagna, coltivato fin dal 1918, quando cominciò a trascorrere le vacanze a Pasturo avventurandosi in passeggiate e anche in qualche scalata vivendo esperienze intensissime, che si traducono in poesia. Scomparve prematuramente nel dicembre 1938 ed è sepolta come aveva desiderato nel cimitero di Pasturo.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *