Lario protagonista del 6° triathlon sprint di Valmadrera

Grande spettacolo domenica 12 settembre sul lungolago di Valmadrera in occasione della sesta edizione del ComoLake Triathlon di Valmadrera, gara sulla distanza sprint che ha visto ai nastri di partenza oltre 200 concorrenti. In cabina di regia, come di consueto, la Spartacus Events capitanata dal presidente Renzo Straniero, capace di sfruttare una formula ormai consolidata per chiudere al meglio l’estate di eventi sportivi sulle rive del Lario.

Disciplina di grande fascino, abbinando in un solo sport ben tre specialità, il triathlon si è confermato grande attrazione sia per gli appassionati che per i curiosi, pronti a scoprire magari per la prima volta le sue caratteristiche. Binomio vincente quello tra sport e paesaggi spettacolari. L’evento proponeva una prima frazione a nuoto sulla distanza di 750 metri, da completare in un tracciato di forma triangolare con partenza e arrivo nel porticciolo di Valmadrera.

Usciti dall’acqua, i partecipanti si sono cimentati in 20 km ciclistici suddivisi su tre giri dell’anello appositamente disegnato lungo il centro storico e la periferia del comune, con un giro di boa e due curve particolarmente impegnative dal punto di vista tecnico. Infine, la terza frazione, con 5 km a piedi, su percorso interamente asfaltato attraverso il Parco del Rio Torto, con le due brevi salite della Collina del Maglio e della Collina Battisti a caratterizzarne la porzione finale di gara, prima del traguardo nel porto di Parè.

La vittoria è andata a Michele Bonacina tra i maschi e Martina Borghi in campo femminile. Bonacina, classe ’96 di Dolzago portacolori del Valdigne Triathlon, ha completato la prova in 58’55”, precedendo sul podio Matteo Bonalumi del team 707, secondo in 59’10”, e Ivan Risti, atleta di Casatenovo dello Swatt Tri Club, terzo in 59’56”. Per Borghi, del ’94 e tesserata per la Pool Cantù, successo in 1h16’09” con Elisa Della Tor del Cus Propatria Milano seconda in1h18’20” e Deborah Spinelli del Rho Triathlon terza in 1h21’16”.

Soddisfatto a fine giornata Renzo Straniero, sempre più numero uno dello sport organizzato sul territorio lecchese:

«Giornata da incorniciare per il sesto ComoLake Triathlon di Valmadrera che ha visto 250 atleti partenti provenienti da tutta Italia per sfidarsi lungo le strade del centro storico e periferia della città, completamente chiuse per l’occasione. I due vincitori hanno tenuto fede ai pronostici iniziali, mentre a livello organizzativo sono stati più che positivi i consensi da parte di atleti e tecnici relativamente alle qualità tecniche dei tracciati di gara, confermando ancora una volta Valmadrera regina della triplice disciplina e location ideale per il triathlon. Come Spartacus Events ringraziamo la fattiva disponibilità dell’Amministrazione Comunale di Valmadrera e la collaborazione di tutte le Associazioni che ci hanno supportato».

Condividi su